Le nomine e linee di indirizzo del Forum Italiano per la Sicurezza Urbana votate nel corso dell’Assemblea generale dell’Associazione che si è svolta a Modena.

Due le direttrici su cui si muove il Forum Italiano per la Sicurezza Urbana davanti alla sempre maggiore e diversificata richiesta di sicurezza (dal contrasto ai reati di strada alla prevenzione del disordine urbano) che proviene dai cittadini.

Da una parte fornisce la formazione tecnica, approfondimento e strategie, in una parola gli strumenti pratici, ai sindaci che si trovano in prima linea nella costruzione della sicurezza delle città. Dall’altra dà impulso al dibattito politico, come interlocutore qualificato tra enti locali e Governo, per incoraggiare la messa a punto degli strumenti più adeguati per la prevenzione della criminalità e del disordine urbano diffuso.

L’Assemblea Generale del Forum Italiano per la Sicurezza Urbana, nel corso della riunione tenutasi nella mattinata di giovedì 7 giugno nella sala consiliare del Municipio in piazza Grande a Modena, ha eletto il proprio direttivo, completamente rinnovato.Matteo Biffoni, Sindaco di Prato, è il nuovo presidente del FISU, affiancato da due vice-presidenti, Fabio Paparelli, Vicepresidente della Regione Umbria con delega alla sicurezza e Aldo Modonesi, Assessore alla sicurezza del comune di Ferrara.

Nel primo discorso seguente all’elezione, il nuovo Presidente ha delineato le principali linee d’azione su cui si muoverà il Forum Italiano per la Sicurezza Urbana. Matteo Biffoni proporrà il FISU al Ministero dell’Interno e ad ANCI, quale intelocutore qualificato, per delineare proposte e fornire un contributo fattivo alle istanze di sicurezza che arrivano dai territori, costantemente al centro del dibattito e dell’agenda politica attuale.

I lavori sono stati aperti dai saluti della Presidente del Consiglio comunale di Modena Francesca Maletti. Nel suo discorso la presidente Maletti ha sottolineato l’importanza di “inclusione e sostenibilità quali pilastri della crescita per la città” e la particolare attenzione per le politiche di sicurezza urbana testimoniata dalle amministrazioni modenesi nel corso degli anni. Il Comune di Modena, già socio fondatore del FISU, si è aggiudicato nel 2017 il Premio nazionale Fisu per la Sicurezza urbana per il progetto “Periferie al centro: interventi territoriali integrati di sicurezza urbana via Emilia Ovest e Quartiere Madonnina”.

Nel direttivo entrano anche le città di Bologna, Bellaria-Igea Marina, Brescia, Modena, Genova, Lucca, la Regione-Emilia-Romagna che ospita la segreteria dell’Associazione.